BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TUMORI/ Dagli USA un vaccino contro il linfoma follicolare

Pubblicazione:

L'Università della Pennsylvania ha messo a punto un vaccino 'personalizzato', ovvero fatto 'su misura' del singolo paziente, che ha dimostrato di rallentare considerevolmente la progressione di un tipo di linfoma (linfoma follicolare): lo studio di fase III ha infatti evidenziato che i pazienti vaccinati presentavano, in media, un periodo di sopravvivenza senza ricomparsa del tumore pari a 44 mesi contro i 30 mesi dei non vaccinati, pari ad un incremento dell'indice di sopravvivenza di circa il 47%. Lo studio e' stato presentato con ampio rilievo in una delle sessioni plenarie del Congresso della Societa' americana di oncologia clinica (Asco) in corso ad Orlando. Si tratta di un vaccino su misura perche' fatto per ogni singolo paziente utilizzando proteine localizzate sulle cellule del linfoma del soggetto stesso. Tali cellule vengono prelevate e quindi trattate al fine di creare anticorpi il cui compito e' proprio quello di combattere le cellule del linfoma. Una volta trattate, tali cellule vengono reimmesse nel paziente sotto forma di vaccino. 'Con questo vaccino - ha spiegato l'autore dello studio Stephen Schuster - possiamo insegnare al sistema immunitario di un paziente a riconoscere e combattere il linfoma, aumentando il tempo di sopravvivenza libero dalla malattia'. Lo studio e' stato condotto su 117 pazienti gia' trattati con chemioterapia: a 76 e' stato somministrato il nuovo vaccino ed a 44 un vaccino di controllo. I pazienti sono stati monitorati per circa 5 anni e si e' visto che la sopravvivenza media libera da malattia era di 44,2 mesi nei vaccinati contro 30,6 mesi del gruppo di controllo. Si tratta, concludono i ricercatori, di un 'aumento della sopravvivenza pari al 47%, ovvero una differenza statisticamente significativa rispetto ai pazienti non trattati col vaccino'.



© Riproduzione Riservata.