BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PLANETOLOGIA/ La vita spericolata della “baby Terra”

Pubblicazione:

terrababyR375_14gen10.jpg

 

Dobbiamo riferirci a uno specifico capitolo della storia evolutiva di un corpo come la Terra, quando il pianeta appena formato preleva una forza dal disco gassoso dal quale è nato. Questa forza causa un cambiamento dell’orbita del pianeta, secondo un meccanismo che chiamiamo migrazione. La direzione della migrazione dipende in modo considerevole dal profilo di temperatura del disco circostante. I modelli precedenti assumevano che la temperatura fosse costante e ciò produrrebbe una rapida migrazione verso il Sole. Una simile migrazione dei giovani pianeti verso l’interno è troppo rapida: se i pianeti si muovessero davvero verso il Sole a tale velocità, precipiterebbero tutti sul Sole prima dell’evaporazione del disco.

 

Come si può descrivere allora l’interazione dei planetoidi col disco gassoso?

 

L’attrazione di gravità del pianeta agisce sul gas provocando la formazione di bracci a spirale e addensamenti vicino all’orbita planetaria. A loro volta questi addensamenti hanno effetti gravitazionali sul pianeta: si tratta allora di capire se il risultato finale è la migrazione verso l’interno, come vorrebbe la teoria classica, oppure se la spinta è verso l’esterno.

 

Qual è il ruolo della temperature del disco protoplanetario sulla formazione del pianeta?

 

In base a un profilo realistico della temperatura del disco , la migrazione può essere diretta verso le regioni più interne del disco stesso; queste zone agiscono come una sorta di rete di sicurezza per i neonati pianeti, finché questi concludono il loro viaggio non appena raggiungono le regione opaca. Via via che il disco lentamente evapora, diventa meno opaco e la rete di sicurezza si sposta verso il Sole; però è una migrazione lenta a sufficienza per consentire a un pianeta come la nostra Terra di sopravvivere.

 

Che tipo di modelli avete utilizzato nelle vostre ricerche?

 

CONTINUA A LEGGERE L'INTERIVSTA, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >