BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFORMATICA/ Quel computer del '700 che faceva una moltiplicazione in 30 secondi

Pubblicazione:

poleniR375_27gen10.jpg

 

In questo senso ci pare appropriato il riferimento che Massimo Temporelli ha inserito, nell’introduzione del libro, ad un racconto di fantascienza di Isaac Asimov, del 1956, nel quale si immagina che un vecchio saggio raccomandi ad un ragazzo del futuro, interessato a diventare esperto di robot, «se vuoi diventare un vero tecnico programmatore devi imparare a conoscere la storia del calcolo». Nel contempo il libro offre una agile base da cui partire per approfondire singoli argomenti. A questo proposito ci pare significativo che l’autore, prendendo atto che soprattutto per le giovani generazioni sia ormai scontato cercare qualsiasi cosa prima di tutto in Internet, abbia incluso nel libro, una “sitografia”, invece della solita bibliografia, proprio con l’intenzione di guidare i lettore nel mare magnum dei siti web che si occupano di storia dei computer e dell’informatica.

Vale anche la pena di segnalare che la sede museale nella quale si è svolta la presentazione del libro ha dato ai partecipanti l’opportunità di vedere all’opera una delle primissime macchine da calcolo di cui si conservi memoria. Questa macchina fu progettata agli inizi del ’700 dal quasi sconosciuto marchese veneziano Giovanni Poleni (peraltro ai suoi tempi studioso di fama europea di materie umanistiche e scientifiche), che ce ne ha lasciato una descrizione dettagliata in una sua opera. Così, pur non essendoci pervenuto nessun originale, è stato possibile ricostruire un esemplare funzionante, di questa macchina, che è conservato presso il museo milanese.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >