BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUOVI MATERIALI/ Volete migliorare le celle fotovoltaiche? Provate con i cristalli di rubrene

Pubblicazione:

rubrene_strutturaR400.jpg
<< Prima pagina

Questo fa sì che, con materiali di tale qualità cristallina, si possano sfruttare per l’effetto fotovoltaico tutti gli eccitoni generati nel materiale, ovvero tutti quelli generati dallo spessore di materiale semiconduttore interessato dall’assorbimento di luce, che solitamente è di circa 1 micrometro. Tutti infatti possono migrare fino a raggiungere gli elettrodi, contribuendo alla generazione di corrente.

Naturalmente, altri parametri possono e devono ancora essere migliorati in vista di ottenere piena efficienza e affidabilità di dispositivi fotovoltaici organici, tra cui anche la geometria della cella, per esempio costituita di più materiali organici che contemporaneamente contribuiscono all’effetto. Nell’articolo citato si è dimostrato che è possibile rimuovere uno degli ostacoli attraverso il controllo della qualità cristallina dei materiali utilizzati.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.