BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDICINA/ Quando le radiazioni UV si fermano al checkpoint

Pubblicazione:

sole_raggi_mareR400.jpg

Qual è stato l'obbiettivo del vostro lavoro?

Abbiamo indagato in che modo una proteina, chiamata Exo1, sia in grado di individuare le lesioni più pericolose e soprattutto in che modo possa attivare i cosiddetti checkpoint descritti precedentemente.

Come si è articolata la ricerca?

Il lavoro è stato molto lungo; l'inizio del progetto infatti risale al 2003. Durante questi anni siamo andati a studiare i meccanismi di riparazione prima nelle cellule di lievito, che rappresentano un buon modello di studio, e poi in quelle umane. Nei precedenti studi abbiamo visto che le persone con xeroderma pigmentoso non erano in grado di attivare i checkpoint e quindi, oltre a non riparare il danno, accumulavano mutazioni. Nel lavoro attuale abbiamo voluto indagare quali fossero i principali responsabili del mancato riconoscimento del danno al DNA. Cercando tra le varie proteine coinvolte nel sistema di riparazione abbiamo individuato e analizzato l'attività di Exo1, responsabile dell'attivazione del checkpoint. In questo modo abbiamo dunque capito il complesso meccanismo molecolare con cui essa agisce.

Quali prospettive può aprire uno studio come il vostro?

Comprendere come lavorano nello specifico le proteine coinvolte nella riparazione dei danni è un passo avanti molto importante. Infatti ciò può aiutarci nella prospettiva di sviluppare applicazioni che potrebbero in futuro riguardare la prevenzione di varie patologie tra cui i tumori.

(a cura di Daniele Banfi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
10/11/2010 - Pazienza e sudore della fronte (MICHELE BACCI)

Chiarissimo e molto interessante! Vorrei far notare 2 cose: innanzitutto quante scoperte importanti vengono fatte nei nostri atenei italiani, non dimentichiamocelo mai; e inoltre mi colpisce sempre quanta costanza e pazienza occorre nel campo della ricerca scientifica dato che questo studio è iniziato nel 2003 (e sono stati anche veloci vedendo le medie dei tempi in questo campo)!!Complimenti!