BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ Novoselov (Nobel): "Spero che il premio non mi cambi la vita"

Pubblicazione:

Credit: University of Manchester  Credit: University of Manchester
<< Prima pagina

Molte proprietà di questo materiale sono assolutamente inusuali: è il sistema più conduttore in natura, è molto resistente, le sue proprietà ottiche sono particolari . Inoltre la combinazione di tutti gli effetti stessi lo rende ancora più interessante. Non è capitato mai in passato di avere a che fare con un materiale simile.
Quello che sembra cruciale è la conoscenza delle sue proprietà meccaniche e elettroniche. Questi sono i campi più interessanti che meritano di essere approfonditi.

Quanto ha contribuito al vostro successo l’ambiente scientifico di Manchester, la collaborazione tra voi due e con altri ricercatori?

Per Manchester sicuramente questo è stato un grande evento. Abbiamo un grande numero di Nobel in questa università e credo che tutti ne siano soddisfatti. Rispetto alla ricerca che verrà condotta in futuro ci sono due scenari che a mio parere si potrebbero delineare, l’uno positivo, l’altro negativo.
Nel primo caso si tenterà di promuovere la ricerca sul grafene. Gli ingegneri si concentreranno su si esso entrandovi in merito il più possibile senza saltare tutti i passi necessari prima di arrivare a delle applicazioni concrete.
Nell’altro caso gli stessi potrebbero spostare l’attenzione verso altro, anche se a mio avviso questo sarà improbabile: è un sistema troppo interessante per lasciarselo trattarlo troppo sbrigativamente.

Che effetto fa ricevere il premio Nobel alla sua età? Come pensa che cambierà il suo lavoro?

Beh, la mia speranza è che il Nobel non cambi affatto la mia vita! Farò di tutto per che questo non accada. Ad esempio cercherò di respingere coloro che mi inviteranno troppo spesso alle conferenze … Insomma spero di essere meno impegnato all’estero quest’anno rispetto a quanto non lo sono stato in passato. In realtà, onestamente, credo che ciò sarà impossibile; ma uno può tentare di minimizzare gli effetti.

(a cura di Margherita Sepioni e Mario Gargantini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
12/11/2010 - trombe e trombette (Antonio Servadio)

Ho letto che il premio gli è stato assegnato assieme ad un collega, tale Andre Geim, che pare un tipo spiritoso. Ho letto che aveva già nominato come coautore di un suo articolo il proprio criceto. Anni addietro, per dimostrare la fattibilità di un sistema magnetico per la levitazione, scelse provocatoriamente come oggetto sperimentale una ranocchia. L'esperimento gli valse il premio "Ig Nobel" (suona come “ignobile”), una parodia del Nobel che viene dato a ricerche che suscitano ilarità.