BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDICINA/ È un farmaco contro l’asma, ma domani potrebbe curare l’aneurisma

Pubblicazione:

asmaR400.jpg

 I leucotrieni cisteinici erano già ben noti in campo medico; essi sono anche responsabili del gonfiore delle vie aeree associato all'asma. Inoltre, i malati di asma vengono regolarmente curati con farmaci studiati per bloccare l'azione dei leucotrieni cisteinici.


Esperimenti hanno rivelato che questi farmaci sono in grado di bloccare i leucotrieni cisteinici e di impedire il rilascio delle metalloproteasi. Le scoperte suggeriscono che i farmaci contro l'asma potrebbero quindi aiutare a curare gli aneurismi e a ridurre il rischio di perforazione. Secondo i ricercatori, l'allestimento di studi clinici per testare questa teoria dovrebbe essere facile. Questi farmaci contro l'asma sono sia efficaci che sicuri e presto dovrebbe essere possibile testare il loro effetto positivo sull'aneurisma aortico.


L'incidenza dell'aneurisma aumenta con l'età: circa sei uomini ogni cento e due donne ogni cento con un'età superiore ai 65 anni ne sono colpiti. Anche aterosclerosi ("incrostazioni" delle arterie con depositi di grasso), ipertensione arteriosa e fumo sono fattori di rischio per questa malattia. È sperabile che la scoperta degli scienziati scandinavi possa contribuire a ridurre la necessità di interventi chirurgici, spesso rischiosi e a salvare vite umane.


(Michele Orioli)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.