BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VOYAGER 1/ La sonda spaziale che ha superato i limiti del sistema solare

Pubblicazione:

Voyager 1  Voyager 1
<< Prima pagina



L’ESPERTO – Abbiamo rivolto alcune domande a Piero Benvenuti, astrofisico, professore all’università di Padova, già Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e oggi membro dell’ Agenzia Spaziale Italiana (ASI) a proposito di questo record raggiunto dal Voyager 1.

“La distanza raggiunta da Voyager 1” ci ha detto “è impressionante sicuramente. Soprattutto è impressionante che essa riesca ancora a inviarci dei segnali. Ma è interessante anche dal punto di vista scientifico perché essa ha raggiunto un punto dove il vento solare, cioè le particelle emesse dal sole, non hanno più un flusso direzionale ma sono mescolate con il mezzo interstellare. Ha insomma raggiunto i limiti del nostro sistema solare, al di là del quale ci sono altri sistemi stellari”.

Cosa conosciamo noi di questi sistemi solari? Che informazioni potrà ancora darci Voyager 1? “La sonda viaggerà nello spazio tra una stella e le altre. Dal punto di vista ottico noi già sappiamo che i sistemi solari al di là del nostro contengono gas, in forma molto tenue. Quello che non sappiamo con certezza è in che condizioni fisiche questo materiale si trova. Si tratta di materiale quasi sempre ionizzato, noi fisici lo chiamiamo plasma, dove l’influenza dei campi magnetici è molto forte. Le particelle sentono questa influenza per cui si comportano in modo diverso da quello che succede sulla terra. Per sapere cosa significhi non c’è altro modo se non il Voyager 1 e quello che riuscirà a trasmetterci”.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DELLA MISSIONE DEL VOYAGER 1

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >