BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MONDO SOMMERSO/ In Cina scoperta una collina che conserva oltre 20mila fossili che risalgono a 250 milioni di anni fa

Pubblicazione:

fossili_R400.jpg
<< Prima pagina



Se ne sono trovati così tanti che l’attenzione è passata dai semplici collezionisti privati a vere spedizione archeologiche. In questa collina è infatti nascosto il più grande giacimento di fossili del mondo, almeno 20mila reperti tra piante, pesci e rettili. Sono i testimoni del ritorno della vita dopo la devastazione della fine del paleozoico.

ATLANTIDE CINESE –
Per gli archeologi, una scoperta paragonabile al ritrovamento di Atlantide. Un intero mondo una volta sommerso che adesso riappare in condizioni di conservazione incredibilmente buone. Ecco allora i fossili di molluschi, ricci di mare, granchi, invertebrati vari, e anche grandi pesci carnivori come gli ictiosauri, in realtà dei rettili che sembravano dei delfini dal muso appuntito (erano dei rettili che dalla terra si spostarono a vivere nelle acque). Non solo: si sono trovati anche fossili di animali che vivevano sulle spiagge e sulla terra nei pressi del mare e anche di piante di conifere.
 

Tutto questo ben di dio della preistoria è adesso a disposizione degli studiosi per cercare di trovare tante risposte che potrebbero ad esempio spiegare come mai la vita sia riuscita a riemergere dopo la grande distruzione del paleozoico. I fossili si trovano in formazioni rocciose che si formarono quando i sedimenti dell’oceano si distesero e si solidificarono milioni di anni fa. Perché alcune specie di animali sopravvissero e altre no? Come rinasce un ecosistema dopo una distruzione totale e quanto tempo ci vuole perché rinasca?

Tutte domande che gli studiosi grazie ai questo giacimento di fossili forse potranno spiegare. La cosa interessante delle condizioni in cui si trovano questi fossili, è che molti di essi hanno anche conservato microbi che erano nella loro dieta. Sapere cosa mangiavano permetterà di capire come essi si sono evoluti nel corso degli anni.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.