BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

L’ESPERTO/ Squali innocui se non si sentono aggrediti? Solo una leggenda

Pubblicazione:

squalo_R400.jpg
<< Prima pagina

Come sottolinea sempre Vacchi, «il numero di questi pesci è abbastanza limitato, proprio a causa del fatto che sono “predatori di apice”, cioè divorano tutti gli altri predatori. Ma continuano a essere pescati in numeri eccessivi, mettendone a rischio la sopravvivenza, con gravi conseguenze per l’intero ecosistema marino regolato appunto da questi temibili pesci. Inoltre, se l’uomo non interviene uccidendo i pescecani, di solito vivono a lungo e si riproducono molto lentamente. Particolarmente gravi sono gli effetti della pesca per prelevare le pinne del pescecane, poi rivendute a prezzi elevatissimi. Spesso i pescatori asiatici tagliano le pinne e ributtano il pescecane ancora vivo in mare, dove va incontro a una morte lenta e dolorosa per l’incapacità di nuotare».

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.