BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CIBO/ Dalla maionese "impazzita" alla nostra ciccia, tutti i segreti della chimica in cucina

Pubblicazione:

alimentazioneR375_12feb10.jpg

 

Perché la maionese impazzisce e come è possibile farla senza usare le uova? In che modo le patate diventano gnocchi e si “addensano”? Perché ingrassiamo? Questi e altri simili sono interrogativi che poco o tanto ci è capitato di incrociare: per trovare le soluzioni però non basterà seguire le puntate quotidiane de “La prova del cuoco” e neppure consultare la guida Michelin. Sono domande di tipo scientifico la cui risposte richiedono un armamentario concettuale e pratico molto particolare. Come quello che si può trovare presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano che ha appena inaugurato il nuovo laboratorio interattivo i.lab Alimentazione e aspetta i primi gruppi di visitatori restando aperto per tutto il week-end.

Da oggi attraverso esperienze interattive, pensate per un pubblico ampio, è possibile approfondire gli aspetti scientifici relativi al cibo e favorire la nascita di un atteggiamento consapevole che potrà poi incidere sulle scelte quotidiane dei singoli. Del resto attività come filtrare, riscaldare, mescolare, bollire, diluire, amalgamare sono azioni quotidiane che svolgiamo in cucina ma sono anche comuni a un qualsiasi laboratorio scientifico. Così, sistemati in piccoli gruppi intorno a tavoli dotati sia di tipici attrezzi da cucina che di strumenti più “da laboratorio”, i visitatori possono svolgere in prima persona, per un tempo di 45 minuti, gli esperimenti proposti dall’animatore scientifico. Il tutto però in quell’atmosfera di scambio e confronto tipica degli ambienti domestici in cui si prepara e si consuma il cibo; saldando così il divario tra gli aspetti scientifici spesso impliciti o poco conosciuti della cucina  e quella cultura più legata alle tradizioni sulla quale è basata la cucina-laboratorio di ogni casa.

Visitando in anteprima l’i.lab abbiamo potuto esplorare i macrotemi dell’alimentazione, presentati attraverso quattro diversi percorsi di domande, ipotesi e verifiche.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >