BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTA/ Gli esperimenti di Padget, l’uomo che crea nodi con la luce

Pubblicazione:

nodoluceR375_01feb10.jpg

 

Un’altra interessante applicazione dei vortici ottici ha trovato spazio nella ricerca dei pianeti extrasolari.

Si tratta della realizzazione di coronografi (sistemi di visione che consentono di sopprimere i contributi luminosi che propagano lungo l’asse ottico) in grado di evidenziare dettagli molto deboli (i pianeti) in prossimità di un’intensa sorgente luminosa (la stella attorno a cui orbita il pianeta).

Va infine ricordato anche l’interesse che i vortici ottici stanno suscitando nell’ambito degli studi sul computer quantistico. Poiché i vortici ottici possono in teoria avere un numero infinito di stati (definiti da un parametro noto come “carica topologica”) essi rappresentano il mezzo ideale per codificare e registrare informazioni per via ottica.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.