BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ I gas ultrafreddi che svelano la profezia di Albert Einstein

Pubblicazione:

fumiganteR375_23feb10.jpg

 

Questo fenomeno, previsto da Einstein già nel 1925, costituisce uno degli esempi più eclatanti in cui le curiose caratteristiche della materia a livello atomico e descritte dalla meccanica quantistica giungono ad avere effetti macroscopici. La condensazione di Bose-Einstein è stata riprodotta per la prima volta in un gas di atomi solo nel 1995 da Cornell e Wieman, che per questo hanno vinto il premio Nobel nel 2001.

Il gruppo del professor Mussardo ha fatto uso di un formalismo matematico che di solito viene usato per descrivere l’interazione fra particelle elementari e ne ha applicato le proprietà al sistema di interesse. Il risultato ha permesso di calcolare tutte le proprietà dinamiche del gas e la sua risposta a seguito del cambiamento di parametri esterni. La scelta di una catena lineare di atomi, quindi, si conferma un esempio particolarmente felice di concordanza fra teoria ed esperimento. Si tratta infatti di un sistema abbastanza semplice da poter essere risolto matematicamente e allo stesso tempo correttamente riproducibile in laboratorio.

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO ">>" QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >