BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTA/ Còrea di Huntington: una proteina "salva neuroni" potrà aiutare a curarla

Pubblicazione:

provetteR375_03feb10.jpg

 

Non c’è un’immediata ricaduta sulla terapia. Prima dobbiamo comprendere il senso della carenza del fattore e in che maniera interfersice con i meccanismi della malattia. Solo dopo aver chiarito questi aspetti potremo pensare ad una possibile cura. Questo è importante sottolinearlo per non generare false aspettative.

 

Quali sono gli obbiettivi futuri delle vostre ricerche sulla còrea di Hungtigton?

 

Innanizitutto vogliamo capire il motivo del perché questo fattore risulta carente nella corteccia cerebrale e di trovare il modo di correggere l’errore. Dopodichè valutare se la correzione si può tradurre in un effetto terapeutico vantaggioso.

 

Il deficit di questo fattore di crescita è stato segnalato anche in altre patologie neurodegenerative?

 

Molto recentemente è stato segnalato nel caso dell’Alzheimer. Correggendo alcuni aspetti del meccanismo cellulare legato a questo fattore nella malattia di Alzheimer, si sono evidenziati risultati sperimentali positivi in termini terapeutici. Le premesse dunque sono buone.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.