BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LUCE/ In arrivo le nuove lampadine: si potranno anche indossare

Pubblicazione:

nodoluceR375_01feb10.jpg

 

Dato il grande potenziale applicativo, esistono forti interessi e grande competizione per sviluppare questi nuovi dispositivi ad emissione di luce. Attualmente, la possibilità di ottenere luce bianca è stata dimostrata da alcuni gruppi di ricerca sia per dispositivi di tipo OLED che per LEEC; nel caso di OLED il primo dispositivo è già in commercio.

Tuttavia c’è ancora moltissimo spazio per la ricerca, in quanto restano ancora da risolvere problemi quali sviluppo dei materiali che emettano luce bianca ed ottimizzazione dell’architettura del dispositivo, al fine di migliorarne l’efficienza, la stabilità del colore e ridurre i costi di fabbricazione.

 

 

Quali sono le applicazioni più interessanti e vantaggiose degli OLED e dei LEEC?

 

I dispositivi di tipo OLED sono ad uno stato di studio e di sviluppo sicuramente superiore rispetto ai a quelli di tipo LEEC. Tuttavia, questi ultimi potrebbero risultare ancora più interessanti grazie ad una più semplice ed economica modalità di fabbricazione, nonché ad un minore voltaggio operativo richiesto.

Come detto, attualmente alcuni dispositivi full-color OLED hanno già raggiunto il mercato e sono per lo più impiegati in display per macchine fotografiche e televisori ultrapiatti, mentre i dispositivi a luce bianca potrebbero presto rimpiazzare sia la vecchia lampadina a bulbo che la nuova tecnologia basata su lampadine fluorescenti o persino i nuovissimi LED inorganici.

Tuttavia, alcune delle novità più eccezionali per questi dispositivi sono rappresentate dalla possibilità di letteralmente stamparli su supporti quale plastica o tessuti, ottenendo così dispositivi flessibili e pieghevoli o addirittura lavabili.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.