BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

EVOLUZIONE/ Ecco perché certe teorie non possono spiegare le ragioni dell'esistenza

Pubblicazione:

evoluzione_R375.jpg

Non è qui il caso di entrare in ulteriori dettagli, comunque per chi volesse piu informazioni si suggerisce la lettura di:
- Cordaux R, Batzer MA., The impact of retrotransposons on human genome evolution, Nat Rev Genet. 2009 Oct;10(10):691-703.
- Bourque G., Transposable elements in gene regulation and in the evolution of vertebrate genomes. Curr Opin Genet Dev. 2009 Dec;19(6):607-12.
- Gogvadze E, Buzdin A., Retroelements and their impact on genome evolution and functioning. Cell Mol Life Sci. 2009 Dec;66(23):3727-42.
- von Sternberg R, Shapiro JA., How repeated retroelements format genome function. Cytogenet Genome Res. 2005;110(1-4):108-16.

 

Gli articoli che riportano in modo più evidente il punto che abbiamo sottolineato nel nostro articolo sono di ricercatori italiani del CNR:
- Damiani G, Florio S, Panelli S, Capelli E, Cuccia M., The Bov-A2 retroelement played a crucial role in the evolution of ruminants. Riv Biol. 2008 Sep-Dec;101(3):375-404.
- Damiani G, The Yin and Yang of anti-Darwinian epigenetics and Darwinian genetics. Riv Biol. 2007 Sep-Dec;100(3):361-402.
Da questi ed altri articoli appare evidente che gli elementi trasponibili hanno un ruolo fondamentale nell’evoluzione. Il loro ruolo appare essere sia di tipo “passivo”, cioè possono subire mutazioni “casuali” e per questo aumentare le variazioni del DNA, sia attivo o non casuale. I dati delle ricerche fatte su meccanismi di azione di pochi di questi elementi e la loro distribuzione nel DNA, appare supportare un ruolo nell’evoluzione più di tipo lamarkiano che darwiniano.


Il ruolo di questi elementi trasponibili in evoluzione appare essere piuttosto regolato in risposta all’ambiente e per questo le mutazioni generate da questi appaiono non casuali, ma precise risposte che poi producono fenotipi più adatti all’ambiente. L’idea darwiniana dell’evoluzione che si basa solo su mutazione e selezione naturale è messa in crisi da sempre nuove scoperte del ruolo dell’epigenetica (ad esempio, Turner BM, Epigenetic responses to environmental change and their evolutionary implications. Philos Trans R Soc Lond B Biol Sci. 2009 Nov 27;364(1534):3403-18) e del gene transfer (Goldenfeld N, Woese C., Biology's next revolution., Nature. 2007 Jan 25;445(7126):369; Woese è considerato essere uno dei piu importanti evoluzionisti viventi).


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >