BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ 150 torri sottomarine "spiano" i neutrini partiti dal centro galattico

Pubblicazione:

brillatomoR375_24nov09.jpg

I neutrini sono le particelle più elusive scoperte sino ad oggi. La loro indagine è assolutamente necessaria per avere maggiori informazioni in molti campi della fisica: dalla struttura della materia, alla struttura stellare passando per la cosmologia. L'esistenza del neutrino fu proposta nel 1930 dal fisico austriaco Pauli per spiegare le osservazioni sperimentali relative al processo noto come decadimento radioattivo di tipo beta dei nuclei atomici.


Successivamente Enrico Fermi elaborò ulteriormente questa teoria e diede il nome “neutrino” a queste nuove particelle. Per l’osservazione dei primi neutrini bisognerà aspettare il 1956 quando Cowan e Reines riuscirono per la prima volta a catturare queste nuove entità.


Lo studio dei neutrini presenta numerose difficoltà tecniche dovute alla natura di queste speciali particelle. I neutrini raggiungono la terra (e la attraversano) dai confini più remoti del cosmo interagendo pochissimo con la materia e senza subire, in quanto particelle neutre, deflessioni causate da campi elettromagnetici. Sono i messaggeri più penetranti dell’universo “violento”, la chiave per svelare il mistero dell’origine dei raggi cosmici, una pioggia di particelle cariche che bersagliano continuamente la Terra. Proprio la loro scarsa interazione li rende difficili da rilevare e quindi studiare. L’Italia, da questo punto di vista, è in prima linea nella ricerca nel campo dei neutrini.


Da qualche tempo, al già ben avviato Laboratorio Nazionale del Gran Sasso, si è affiancato il progetto NEMO (Neutrino Mediterranean Observatory), coordinato dal professor Emilio Migneco dell’INFN di Catania, che ha come obbiettivo la progettazione, realizzazione e validazione di prototipi dei componenti chiave per un progetto internazionale ancora più ambizioso: il telescopio sottomarino KM3 (chilometro cubo).


PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



  PAG. SUCC. >