BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INNOVAZIONE/ Quando Archimede e Einstein entrano in classe. E progettano l’Archistein

Pubblicazione:

einstein_lavagnaR375_31ago08.jpg

È il caso anche di Noemi Di Nanni, del Liceo scientifico L. Einaudi di Siracusa, per la quale la molla è scattata durante la visita alla centrale termoelettrica di Priolo Gargallo (Sr,) dove è stato realizzato il “progetto Archimede”, cioè l’impianto solare a collettori parabolici lineari. Noemi si chiede come ottenere energia in modo semplice e a basso costo, per alimentare ad esempio un frigorifero.


Così unisce l’idea degli specchi di Archimede con il frigorifero ad assorbimento progettato da Einstein e progetta Archistein: riveste una parabola con materiale riflettente e concentra l’energia solare sulla resistenza della caldaia del frigorifero da camper dove si producono vapori d’ammoniaca e acqua che salgono fino al condensatore per produrre freddo attraverso vari passaggi.


C’è anche chi ha proposto un progetto che potrebbe presto trovare anche un’applicazione pratica. All’Isiss Verdi di Valdobbiadene (TV), Ahmed Shamran progetta la riconversione dell’impianto frigorifero di una azienda vinicola facendo riferimento all’installazione di una pompa di calore. L’energia termica necessaria per le cisterne sarebbe la stessa che viene rimossa dalle botti refrigerate; col risultato di ridurre sensibilmente il consumo energetico.


L’investimento verrebbe ammortizzato in meno di tre anni e in nove anni la cantina sarebbe in grado di risparmiare circa 60.000 euro. Il progetto è stato preso in considerazione dal proprietario che sta già esaminando i dettagli operativi e valutando la possibile attuazione degli interventi proposti da Ahmed.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.