BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Happy Birthday mister Hubble! Grazie a te abbiamo visto le stelle...

Pubblicazione:

ViaLattea_R375.jpg

La nostra conoscenza del Cosmo ha fatto veramente balzi da gigante nell’ultimo ventennio, progressi che non sarebbero stati possibili né immaginabili senza la possibilità di osservare l’Universo dallo spazio, senza cioè il filtro dell’atmosfera terrestre che impedisce o disturba la penetrazione fino a Terra della radiazione elettromagnetica: i segnali attraverso i quali gli oggetti celesti ci manifestano la loro presenza e la loro natura.


Nella coorte di strumenti astronomici spaziali, Hubble si colloca come la chiave di volta, sia perché con la sua longevità, più volte ringiovanita, ha rappresentato il punto di riferimento costante di tutta l’Astrofisica e la Cosmologia del ventennio, sia perché con la sua strumentazione e capacità, in termini di risoluzione spaziale e spettrale, ha permesso di osservare e studiare in dettaglio le zone più interne di oggetti complessi come le galassie e di raggiungere distanze e stadi di evoluzione dell’Universo prima inaccessibili.


In quali ambiti della ricerca astrofisica e cosmologica il contributo di Hubble è stato più determinante?


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >