BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NANOMATERIALI/ I microscopici nidi d’ape che scoveranno i gas tossici

Pubblicazione:

Foto Fotolia  Foto Fotolia

«Un’altra possibile applicazione - continua Sozzani - è quella nel campo della prevenzione degli incidenti nei grandi impianti industriali o civili». I nanomateriali possono essere infatti resi specifici verso ciascun gas tossico. In caso di fuga il gas verrebbe assorbito da questi materiali causando una diminuzione della velocità dei rotori inseriti nelle pareti dei nanocanali. Questa dimunizione, producendo un segnale di radiofrequenza differente da quello in assenza di gas, è facilmente rilevabile attraverso opportuni sensori. Una tecnologia molto sensibile che potrebbe evitare disastri ambientali dovuti a malfunzionamenti negli impianti.

 

«Le nostre prospettive future - conclude Sozzani - sono quelle di produrre nanomateriali porosi con delle forme particolari che meglio si adattino ai campi di applicazione». La forma del materiale infatti rappresenta un’importante caratteristica. In nanomedicina la veicolazione di farmaci attraverso il sistema circolatorio è un processo che deve tenere conto necessariamente della forma del nanomateriale. Questo perchè, in base al flusso sanguigno, si avrà una distribuzione in un tessuto piuttosto che in un altro dipendente dalla forma del materiale.

 

(a cura di Daniele Banfi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.