BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Scienze

YOUTUBE VITA ARTIFICIALE/ Video - La prima cellula nata in laboratorio si riproduce. Per Craig Venter,” il padre”, sconfiggerà l’inquinamento

craig2R375.jpg(Foto)

 Da 15 anni Venter e i suoi 20 collaboratori studiavano come realizzare la vita artificiale. L’ostacolo più difficile, specie negli ultimi anni, era rappresentato dall’innescare il soffio vitale in un ammasso di sostanze inermi, «accendere il sistema operativo». Da ieri la cellula si è riprodotta, effettuando un’operazione tipica dei soli esseri viventi. E ha dato vita ad una colonia di cellule colorate intensamente di blu. Si tratta delle differenza specifica introdotta da Venter. Di un gene aggiuntivo per la pigmentazione. Una caratteristica del tutto inutile. Ma che prelude alla costituzione di cellule alle quali, applicando il medesimo principio, sarà possibile conferire le caratteristiche desiderate. In particolare Venter è convinto che - come ha instillato nell’organismo artificiale la peculiarità di essere blu -, potrà in futuro introdurne altre a proprio piacimento: come la prerogativa di mangiare il petrolio, di nutrirsi di anidride carbonica riducendo l’effetto serra, o di produrre farmaci. Questo è il sogno di Venter. Che, a chi gli chiedeva se non stesse giocando a fare Dio, rispose: «Ma io non sto affatto giocando».