BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMBIENTE/ Come ricreare un humus per lo sviluppo sostenibile?

Pubblicazione:

Foto Fotolia  Foto Fotolia

C’è una pre-esistenza che va riconosciuta, non come immutabile ed eterna, ma piuttosto come sistema preordinato e accessibile alla nostra conoscenza, talora costretta a una grande fatica speculativa e a un discernimento centellinato, ma sempre ostinata e sospinta da una insaziabile curiosità.

 

Stiamo attraversando un periodo nel quale sembra rendersi necessario un segno di umiltà, quasi per essere sempre più aderenti all’humus da cui ci nutriamo, da parte di tutti, ma in particolar modo da parte di coloro che, generati all’interno di società altamente sviluppate e, per questo, consumistiche al di là di ogni immaginazione, dopo aver ritenuto di far dipendere dalla propria capacità di gestione la modalità o i criteri d’uso delle risorse, si ritrovano nell’esigenza di inchinarsi di fronte al mistero della natura, che ci è progressivamente svelato dal mondo della scienza e dell’esperienza empirica di chi conosce e lavora la terra.

 

Probabilmente, questo è il passo che ora vale la pena di compiere: il mondo, che deve comprendere, non in modo ovvio, anche coloro che vivono nella povertà, nella guerra, nella violenza, nella sopraffazione, il mondo chiede di guardare la preziosità del dono che abbiamo ricevuto, di conoscerne, in modo sempre più accurato, le leggi che lo costituiscono, di imparare l’armonia che è insita nella sua struttura, di provare a stupirsi di fronte alla bellezza della realtà, per generare strategie di sviluppo sostenibile.

 

C’è un luogo segreto, o misterioso, o immateriale, ma culturalmente accessibile e armonioso, dove stanno racchiusi i termini della conoscenza, i connotati e le peculiarità degli elementi costitutivi della materia: questo luogo di relazioni sistemiche sta diventando, in misura sempre più rilevante, l’oggetto delle nuove esplorazioni del Pianeta, da cui potrebbero derivare i principi per una evoluzione positiva della sostenibilità ambientale dell’intera umanità.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.