BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NATURA/ Lo scienziato: con una farfalla artificiale sveleremo i segreti del volo degli insetti

Pubblicazione:

La farfalla artificiale  La farfalla artificiale

I misteri del volo degli insetti svelati grazie a una farfalla artificiale. Costruita con un corpo di balsa e con le ali azionate da una manovella collegata con un cavo ad alcuni elastici, è in grado di mostrare, a una velocità più bassa di quella reale, il segreto di come gli insetti si librano nell'aria. Una realtà così complessa che gli scienziati non sono mai riusciti a comprenderla fino in fondo. E proprio per risolverne l’enigma, il professor Hiroto Tanaka dell’Università americana di Harvard, coadiuvato da Isao Shimoyama dell’Università di Tokyo, hanno deciso di realizzare una simulazione in laboratorio.

 

Come spiega infatti Tanaka, intervistato dal Sussidiario, «non potevamo chiedere a un insetto “per piacere sbatti costantemente le tue ali a 10 Hertz e non cambiare direzione anche se ti stai per schiantare”». E quindi l’unica soluzione per studiarne i movimenti è stato costruire un modellino di farfalla artificiale, denominata «a coda di rondine» per la conformazione speciale delle ali. Scoprendo così i segreti sorprendenti dell’universo degli insetti.

 

Quali sono i misteri più inspiegabili del volo degli insetti?

Ci sono due grandi difficoltà nel comprendere il volo degli insetti, se confrontato con quello degli aeroplani. In primo luogo, lo sbattere delle loro ali e il flusso d’aria che le circonda non è costante, a differenza di quello degli aerei dalle ali fisse. In secondo luogo le dimensioni delle ali sono ridotte, mentre incide in modo significativo l’effetto viscoso esercitato sui fluidi. Molti ricercatori stanno lavorando su questi aspetti aerodinamici instabili su piccola scala.

 

 

CLICCA QUI O SUL PULSANTE >> PER CONTINUARE A LEGGERE L'INTERVISTA SUI MISTERI DEL VOLO DEGLI INSETTI



  PAG. SUCC. >