BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AMBIENTE/ Addio vecchia auto, il futuro viaggia con la green economy

Pubblicazione:

La Grande Punto Bimodale  La Grande Punto Bimodale
<< Prima pagina

Per la scelta del veicolo sono state analizzati tre modelli: la Panda 1.1, molto leggera, ma priva di adeguato spazio libero nel cofano motore per l’aggiunta delle componenti necessarie alla trazione elettrica; la Idea 1.2, che non ha questa limitazione ma presenta un peso troppo elevato; infine la Grande Punto 1.2, che offre il miglior compromesso fra peso e spazio libero.

 

«La scelta è pertanto caduta su quest’ultima e ne è derivato un veicolo che consente le tre modalità di funzionamento: in quello endotermico l’auto funziona normalmente alimentata a benzina o gasolio e tutti i componenti dell’impianto di trazione elettrica sono disattivati; in quello elettrico il motore endotermico è disattivato e la marcia è garantita dall’impianto di trazione elettrico con prestazioni ridotte e zero emissioni e con velocità massima 80 km/h; infine in modalità bimodale il motore endotermico funziona al minimo alimentando tutti i sistemi ausiliari (condizionamento, luci, ecc.) mentre la trazione è delegata al motore elettrico con le prestazioni del punto precedente».

 

Il prototipo è stato perfezionato, dal punto di vista del modello energetico, sulla base di accurate simulazioni che hanno permesso di calcolare i valori di energia e potenza delle batterie necessari per garantire prestazioni di autonomia di 35 km in guida cittadina in modalità elettrica pura; per tutti i servizi ausiliari sono stati considerati 400 W di potenza. Quanto alla scelta delle batterie, sono state scelte quelle al litio, le uniche in grado di garantire, in volumi e pesi ragionevoli, l’energia e la potenza necessaria per le prestazioni richieste in puro elettrico.

 

I numerosi test di guida cittadina hanno confermato le prestazioni previste: nelle prove in città a Milano sono stati raggiunti dai 35 ai 45 km di autonomia in elettrico puro, con velocità massima di 75 km/h e un consumo medio di 0,18 kW/km. L’auto ha anche partecipato alla gara “Aria Nuova 2009”, una prova del campionato mondiale FIA Energie Alternative svoltasi all’Autodromo di Monza, aggiudicandosi un premio per le minori emissioni di HC e il 4° posto assoluto nella classifica dei consumi.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >