BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ESCLUSIVA/ Creamer (NASA): "esploratori aperti all'infinito", così ho vissuto sei mesi sulla Stazione Spaziale

Pubblicazione:

L'interno dell'Iss  L'interno dell'Iss

In questo momento credo si stia pensando al 2020, ma gli ingegneri tengono sotto controllo costante i materiali per stabilire se dureranno effettivamente così a lungo e verificare la correttezza delle loro stime.

 

I due elementi che influenzano la durata sono la integrità dei materiali e, a rovescio, il loro collasso. Se si verificano flessioni nello scafo, dovute per esempio a vibrazioni durante l’aggancio di uno shuttle o ad altre cause, si creano dei punti di sforzo che mettono sotto stress il materiale, abbreviando la vita della stazione.

 

Un altro fattore è dato dal difficile ambiente nello spazio. Se delle chiusure ermetiche sono state esposte a ossigeno atomico, il rischio è che queste vengano progressivamente deteriorate e devono, perciò, essere costantemente controllate e sostituite quando è necessario.

 

Infine, non per tutti i componenti a bordo ci sono ricambi disponibili: se rimane danneggiata una grossa batteria solare o un grosso radiatore sarà molto difficile rimpiazzarlo, non possiamo di certo scendere e andare al negozio all’angolo della strada. Anche in questi casi si accorcerà la vita della stazione.

 

Quali sono state le cose migliori e le maggiori sfide durante la sua permanenza nello spazio, e come l’ha preparata il suo training per affrontarle?


CLICCA SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >