BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ L’universo adulto e bambino nella prima mappa a tutto cielo di Planck

Pubblicazione:

La mappa elaborata da Planck (Foto ESA/ LFI & HFI Consortia)  La mappa elaborata da Planck (Foto ESA/ LFI & HFI Consortia)

La struttura granulare, infatti, rappresenta l’immagine del nostro universo quando, ancora molto giovane e caldo, si apprestava a dar vita a galassie, stelle e pianeti che si sarebbero sviluppati in molti miliardi di anni a partire dalle piccole disuniformità nella sua densità. Lo studio di queste disuniformità, veri e propri semi dai quali si è sviluppato il nostro universo, consente agli studiosi di ricostruirne il passato, fare previsioni sul futuro e determinarne i principali componenti.

 

Questa mappa, massima sintesi delle osservazioni di Planck effettuate dal lancio a oggi, è stata ottenuta combinando tutte le mappe alle varie frequenze e porta la traccia di processi fisici molto diversi. Alcuni di questi agiscono nel presente e concorrono a dare struttura all’universo in cui viviamo; altri appartengono al passato e rappresentano il motore antico che ha dato il via allo sviluppo di forma e diversità a partire dal plasma primordiale omogeneo e informe. In altre parole, presente e passato nella stessa immagine.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.