BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CEFALEA A GRAPPOLO/ L'esperta Usa e il medico italiano: così combattiamo il "mal di testa da suicidio"

Pubblicazione:

cefalea-grappoloR375.jpg

MAL DI TESTA CEFALEA A GRAPPOLO - Lo chiamano anche “mal di testa da suicidio”, cefalea da suicidio. E’ la terribile cefalea a grappolo, un tipo di mal di testa che colpisce fortunatamente una piccola (ma mica tanto) percentuale della popolazione, ma con esiti drammatici. Talmente violento il tipo di dolore da indurre in alcuni casi a gesti estremi come appunto quello del suicidio. Solo recentemente si è cominciato a parlarne al di fuori degli ambienti medici più stretti, anche perché a tutt’oggi non esistono cure specifiche in grado di guarire chi ne soffre. La caratteristica di questo tipo di mal di testa è il carattere periodico, in genere una o due volte all’anno per un periodo di alcuni giorni e - incredibilmente - con una puntualità micidiale: esattamente alla stessa ora di ogni giorno. Per questo viene definito “a grappolo”, per via del caratteristico raggruppamento degli attacchi di dolore.



L’attacco dura mediamente dai cinque minuti fino alle tre ore. Il dolore, lancinante e fortissimo, è così intenso che non permette a chi ne viene colpito di stare fermo ed è quindi costretto a camminare avanti e indietro. In quasi ogni caso questi attacchi partono da uno degli occhi. I pazienti lo descrivono come se subissero pugni o pugnalate all’occhio. Dal punto di vista scientifico viene definito cefalea primaria neuro vascolare. L'intenso dolore è causato dall'eccessiva dilatazione dei vasi cranici che creano pressione sulle terminazioni sensitive del nervo trigemino. Per approfondire un argomento ancora largamente ignorato nella casistica medica abbiamo contattato due esperti. Il primo è Helen Williams, presidente dell’OUCH (Organization for Understanding Cluster Headaches), associazione americana nonprofit nata nel 1999 con l’intento specifico di offrire assistenza ai malati di cefalea a grappolo e alle loro famiglie. E’ il principale punto di riferimento mondiale per questo tipo di malati e ha in molti paesi, Italia compresa (http://www.grappolaiuto.it/) proprie affiliazioni.

 

Come mai la cefalea a grappolo è chiamata anche “cefalea da suicidio”? 

 

CLICCA QUI O SUL SIMBOLO >> QUI SOTTO PER LEGGERE L'INTERVISTA A HELEN WILLIAMS SULLA CEFALEA A GRAPPOLO



  PAG. SUCC. >