BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LA STORIA/ Landi (ricercatrice): vi racconto la mia vita a fianco dei "giganti" Usa

Pubblicazione:

Microscopio_OsservatoreR375.jpg

Il National Institutes of Health (NIH) di Bethesda, nel Maryland, è uno dei massimi centri mondiali della ricerca medica, reso celebre anche da alcune serie televisive. Qui, al National Cancer Institute opera da una decina d’anni Maria Teresa Landi che, partita dall’Università di Milano dove si era laureata, ora è Senior Investigator e si occupa in particolare di studiare i determinanti genetici e ambientali del cancro.

Oggi al Meeting porterà la sua testimonianza di scienziata, di persona appassionata al suo lavoro, appassionata alla realtà.



Lei opera in un centro di eccellenza mondiale: quali sono gli aspetti che lo rendono tale?



Sono il valore e il peso dato alla ricerca, che è sentita come la chiave per conoscere e possedere le cose e poterle manipolare in vista di un beneficio dell’uomo. Ciò è ben visibile in molti aspetti concreti: dall’ammontare delle risorse a disposizione: basti pensare che l’NIH investe circa 30 miliardi di dollari all’anno per la ricerca; dal tempo dedicato alla ricerca (qui trovi sempre qualcuno che lavora a qualsiasi ora del giorno e della notte); dal valore dato all’educazione (per esempio da noi ci sono seminari settimanali ad alto livello); dalla selezione ferrea dei progetti su cui puntare e dei ricercatori in essi coinvolti.




CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE L'INTERVISTA A MARIA TERESA LANDI



  PAG. SUCC. >