BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPORT/ Sapete perché i neri corrono più veloci, ma i bianchi nuotano meglio?

Pubblicazione:

Usain Bolt, detentore del record mondiale dei 100 metri (Foto Ansa)  Usain Bolt, detentore del record mondiale dei 100 metri (Foto Ansa)

Le misure antropometriche su larghe parti delle popolazioni di neri, bianchi e asiatici mostrano le grandi differenze che esistono fra un gruppo etnico e l’altro: i neri hanno arti più lunghi degli altri e avendo gambe più lunghe e circonferenze di torso più strette, il loro centro di massa è più alto di individui bianchi con lo stesso peso. Questo determina una velocità media maggiore di circa il 3,7% nei neri rispetto ai bianchi.

 

Analogamente, nel nuoto i bianchi sono più veloci di circa il 3,5% dei neri. Per quanto riguarda il nuoto, in realtà i bianchi sono i favoriti anche sugli asiatici, ma solo quando sono abbastanza alti. A parità di altezza, cioè, fra un bianco e un asiatico vince un asiatico. Essendo in media molto più alti i bianchi degli asiatici, nelle gare internazionali è chiaro che vinceranno tendenzialmente sempre i bianchi.

 

Uno studio interessante, ma fino a un certo punto. Se da un lato è interessante entrare nei dettagli che permettono di modellare il corpo umano in un certo modo e stabilire vantaggi o svantaggi di una certa conformazione, dall’altro è impossibile non notare come un lavoro di questo tipo assomigli molto a un pretesto per divulgare proprie convinzioni accademiche più che al raggiungimento di un risultato realmente innovativo.

 

In fondo, che i neri andassero più veloci perché hanno leve più lunghe e baricentro più alto lo insegnavano al sottoscritto durante le elementari, più di 25 anni fa …



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.