BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ Si fa presto a dire caos: i nuclei atomici sono più "intelligenti" del previsto

Pubblicazione:

nucleo_atomo-r375.jpg
<< Prima pagina

Così si pensava che funzionassero anche i nuclei pesanti ad alte energie: impossibile determinare i singoli dettagli delle interazioni, o i movimenti dei singoli nucleoni, ma possibile stabilire la struttura dei livelli energetici del nucleo nel suo complesso. La teoria RMT è accettata da cinque decenni, in quanto ha sempre descritto in modo efficace tutti i nuclei studiati. Negli anni '80 si era manifestato solo un problema sull'attendibilità di alcune tecniche sperimentali e analisi dei dati legati a un certo tipo di analisi spettroscopiche. Una volta superate queste difficoltà tecniche, dopo molti anni, il fisico Paul Koehler e i suoi colleghi dell'Oak Ridge National Laboratory (ORNL) sono fra quanti si preoccupano di verificare più approfonditamente la validità delle misure, per confermare la teoria RMT. Il risultato è sorprendente. Studiando alcuni nuclei di platino, Koehler e i suoi colleghi osservano un comportamento che suggerisce che i quasi 200 nucleoni all'interno del nucleo di platino agiscono all'unisono e presentano proprietà regolari, invece che caotiche come previsto dalla teoria RMT.


In particolare, i ricercatori mostrano che i loro risultati confutano la teoria RMT con una probabilità del 99,997%. Per confermare questa scoperta, però, nuovi esperimenti devono essere completati: in particolare con altri elementi diversi dal platino, per verificare che questo fenomeno costituisce una proprietà generale dei nuclei e non è una particolarità del platino. Date le energie relativamente alte e il grande numero di nucleoni coinvolti, questo comportamento collettivo è totalmente inaspettato e inspiegabile. Chiaramente, almeno una delle ipotesi su cui si basa la teoria deve essere falsa. Una possibile spiegazione potrebbe essere, quindi, che questi nuclei hanno un comportamento non caotico ma coerente, come se i nucleoni si organizzassero in maniera non casuale: qualche strana corrente fluisce nelle acque del nostro immaginario laghetto.

 

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUI NUCLEI ATOMICI



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >