BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFLUENZA STAGIONALE/ Dal primo ottobre partono le vaccinazioni ministeriali. Tutto quello che c’è da sapere sulla prossima ondata di virus

Pubblicazione:

Il virus dell'influenza A  Il virus dell'influenza A
<< Prima pagina



I VACCINI - Il ministero della salute ha diramato il comunicato ufficiale riguardo le prossime vaccinazioni. In particolare, ci si vuole premunire ancora dalla influenza A. Le vaccinazioni cominciano il primo ottobre e vanno terminate entro il 31 dello stesso mese. Come negli anni scorsi, il vaccino sarà trivalente, sia per la pandemica, la A, che per gli altri tipi di influenza. Esistono vari tipi di vaccini a virus uccisi. Quelli a virus interi inattivati, il vaccino tradizionale, non viene più utilizzato.

Alcuni dei vaccini che si possono trovare in commercio: vaccini adiuvati (Fluad, Influpozzi, Isiflu V del costo di poco più di 11 euro; vaccini split: Fluarix, a euro 8,60, Isigrip zonale a euro 8,90 e il Begrivac a euro 8,40; vaccini a sub unità: Inglupozzi sub unità a euro 8,40, AgrippalS, a euro 8,40; vaccini per bambini: Vaxigrip, euro 8,90 Consigliata la vaccinazione, anche qui come negli anni scorsi, ai soggetti anziani, di età pari o superiore ai 65 anni, i bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da malattie croniche dell’apparato respiratorio e cardiaco, diabete, malattie renali, tumori, malattie neuromuscolari.

Poi le donne che si trovano nel secondo e terzo trimestre di gravidanza, medici e personale sanitario di assistenza, le forze di polizia, i vigili del fuoco e in genere le categorie socialmente utili e infine chi lavora a contatto con gli animali, allevatori, macellatori e veterinari. Oltre ai vaccini, è comunque sempre buona norma osservare comuni e semplici misure di igiene per evitare di trasmettere i virus: lavaggio delle mani (in assenza di acqua, usare gel alcolici), coprire bocca e naso quando si starnutisce o si tossisce, tenere a casa in isolamento le persone con malattie respiratorie febbrili, specie in fase iniziale.




CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTIUARE A LEGGERE DELL'INFLUENZA STAGIONALE E DEI VACCINI CONTRO DI ESSA

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >