BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INFLUENZA STAGIONALE/ Dal primo ottobre partono le vaccinazioni ministeriali. Tutto quello che c’è da sapere sulla prossima ondata di virus

Pubblicazione:

Il virus dell'influenza A  Il virus dell'influenza A
<< Prima pagina



IL PARERE DELL’ESPERTO
- Abbiamo parlato con il virologo Fabrizio Pregliasco che ha confermato come, di fatto, ogni anno si cerca di “inseguire” l’influenza per indovinarne l’arrivo ma è impossibile indovinarne il momento esatto. Pregliasco spiega che il ministero ha avviato la procedura di vaccino a partire dal primo ottobre, un po’ prima del solito, perché nell’ultimo decennio, con l’eccezione dell’anno scorso in cui l’influenza A si è manifestata prima, si è sempre assistito al medesimo picco influenzale, quello cioè di Natale. “

Ci aspettiamo tre virus” dice Pregliasco “e non un solo protagonista come fu l’anno scorso con la suina. Aspettiamo cioè la stessa suina, l’influenza A, adesso declassata a stagionale, però in compagnia di un mix di virus, l’A/Perth (H2N2) e B/Brisbane”. Pregliasco non è del tutto ottimista rispetto alla influenza A: “Le pandemie si presentano a tre ondate successive. Fu così nel 1918, nel caso della tragica epidemia che fece milioni di morti: un primo anno con effetti appena percepibili, un secondo anno di pandemia e un terzo di ritorno del virus.

Se vogliamo essere catastrofici, questo potrebbe essere il secondo anno di pandemia. Al momento comunque ci basiamo su quanto sta succedendo in Australia, con qualche focolaio, e in alcune zone dell’India, tutto però nei limiti del normale.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.