BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SFIDE/ Sprint tra neurologi e informatici: il traguardo sono i neuroni in 3D

Pubblicazione:

modello_cervello_R375.jpg

 

Ascoli è decisamente soddisfatto: per il successo della originale iniziativa ma soprattutto per i notevoli avanzamenti conseguiti. «Stiamo forse vedendo la luce in fondo al tunnel. Anche se la complessità del nostro cervello e il numero smisurato delle connessioni tra i neuroni richiederanno non venti volte ma ventimila volte le velocità finora raggiunte per permetterci di comprendere un po’ meglio i principali meccanismi cerebrali».

 

Quindi ci saranno altre competition? Ascoli non si sbilancia. «Sull’onda dell’entusiasmo per quanto è avvenuto in questi giorni, abbiamo iniziato a parlare della possibile organizzazione di una nuova competition; lo ritengo probabile ma è prematuro parlare di un Diadem 2».

 

Nel frattempo i risultati e i lavori presentati saranno pubblicati sulla rivista Neuroinformatics e troveranno visibilità nel sito NeuroMorpho.Org, una sorta di archivio di neuroni ricostruiti digitalmente: un’altra delle iniziative di Ascoli, che è ormai un luogo indispensabile da frequentare per chi si occupa di neuroscienze e anche per chi vuole avere un’idea, anche visiva, della complessità e insieme della meraviglia di strutture e di forme che è il cervello.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >