BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PREMI/ Il Balzan a Yamanaka: studiare le staminali senza distruggere embrioni si può

Pubblicazione:

Lo scienziato giapponese Shinya Yamanaka  Lo scienziato giapponese Shinya Yamanaka
<< Prima pagina


Thompson fino ad allora era molto più noto del collega nipponico: era stato lui, nel 1998, negli Stati Uniti, grazie a finanziamenti privati, a creare la prima linea cellulare staminale da embrioni umani. Ma quell’osservazione al microscopio del ricercatore giapponese è servita più di tante manipolazioni ed inutili distruzioni di embrioni umani fatte dalla ricca equipe americana guidata da Thompson: l’invenzione che ha portato alle iPS è stata di Yamanaka, che infatti da solo ha vinto il prestigioso premio Balzan (oltre a molti altri ricevuti in questi anni).
 

E’ bene ricordare che la notizia della scoperta di Yamanaka in Italia fu accolta con generale freddezza, specie da parte di tanti sedicenti paladini della libertà di ricerca scientifica; e d’altra parte, i cosiddetti “grandi” quotidiani di opinione non riservarono molto spazio alla creazione delle iPS. Un silenzio imbarazzato e imbarazzante, dopo anni di campagne ideologiche a favore di una ricerca, come quella sulle staminali embrionali, che ha avuto fra i suoi principali risultati la più grande frode scientifica del secolo: la truffa del veterinario coreano Hwang Woo Suk che aveva pubblicato risultati falsi affermando di essere riuscito a clonare embrioni umani.
 

Ancora adesso, con poche eccezioni, è difficile trovare scritto a chiare lettere che la cosiddetta clonazione terapeutica – cioè il tentativo di clonare embrioni umani con lo stesso procedimento usato per far nascere la pecora Dolly – è un tentativo clamorosamente fallito, e che non esiste al mondo neppure una sola cellula staminale da embrioni umani clonati. Non sappiamo dove ci porteranno le “staminali etiche” dello scienziato giapponese.
 

Ma i suoi studi hanno già raggiunto obiettivi importanti: hanno cambiato la direzione di gran parte della ricerca scientifica del settore, dimostrando che è possibile trovare alternative a scelte eticamente controverse, quando si è determinati a farlo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/09/2010 - staminali: l'eterno dilemma (fazioso!) (MICHELE BACCI)

Studiare le staminali senza distruggere gli embrioni si puo'. Ma davvero?! Perchè nessuno mai lo dice? Perchè sembra sempre che solo le staminali embrionali possano risolvere i mali del mondo? Interessi economici o manie di onnipotenza nel manipolare la vita nascente?? Questo articolo con una grande chiarezza apre lo scenario su altre possibilità di cui però in pochi conoscono l'esistenza. Grazie