BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PAPA/ La scienza vuol cercare la verità? Impari dai Magi

Pubblicazione:

Bartolomé Esteban Murillo - L'Adorazione dei Magi  Bartolomé Esteban Murillo - L'Adorazione dei Magi

La figura dei Magi che da lontano giungono a Betlemme seguendo la luce di una stella è un’immagine magnifica dell’uomo che cerca la verità attraverso l’osservazione della natura. E ancora una volta, in occasione della festa dell’Epifania, Benedetto XVI ci ha regalato un intervento con spunti di straordinaria bellezza che interrogano l’esperienza non solo dell’uomo di fede, ma di chiunque sia impegnato in una seria ricerca.


Il Papa ha innanzitutto invitato a immedesimarsi nella posizione dei Magi, presumibilmente antichi astronomi del lontano oriente: «Erano persone certe che nella creazione esiste quella che potremmo definire la firma di Dio, una firma che l’uomo può e deve tentare di scoprire e decifrare». Interessante e controcorrente questa affermazione, secondo cui la ricerca incomincia da una certezza e non da un dubbio.


Un ricercatore, in effetti, non inizia la sua indagine se non assumendo che la realtà fisica nasconda in sé un senso, sia costruita secondo una razionalità o un ordine che lui è in grado di decifrare attraverso segni accessibili alla sua esperienza. Può non chiamarlo “Dio” come fa Benedetto ma, più o meno consapevolmente, ogni ricercatore nella tenacia del suo agire esprime una fede incrollabile in questa “misteriosa” razionalità impressa nel reale.


Ma torniamo ai Magi. In quanto veri ricercatori essi intraprendono un cammino sofferto, vivono l’avventura di un percorso rischioso. Tutto il contrario dei sapienti che incontrano sulla loro strada, «gli studiosi, i teologi, gli esperti che sanno tutto sulle Sacre Scritture, che ne conoscono le possibili interpretazioni, che sono capaci di citarne a memoria ogni passo» i quali «amano essere guide per gli altri, indicano la strada, ma non camminano, rimangono immobili».


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO



  PAG. SUCC. >