BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STATI UNITI/ Chiuso l'aeroporto di Tampa, Florida. La colpa è del polo magnetico

Pubblicazione:

campo.jpg
<< Prima pagina



Lo spostamento di entrambi i poli magnetici, è noto come migrazione dei poli ed è una costante del nostro pianeta. Ma c'è anche il problema del capovolgimento totale dei poli magnetici. Essi avvengono a intervalli regolari circa ogni 300mila anni, e l'ultimo secondo gli studiosi è avvenuto circa 780mila anni fa. Secondo i calcoli, un capovolgimento dei poli sarebbe dunque già dovuto avvenire da tempo, cosa che invece non è accaduta. Gli esseri umani e gli animali sono sensibili a questi cambiamenti magnetici perché il cervello contiene cristalli di ossido di ferro magnetico che si allineano con i poli magnetici proprio come fa la bussola.

Ecco perché molti animali sono in grado di migrare per lunghe distanze in condizioni di qualunque tipo senza perdersi mai. Nessuno può sapere che conseguenze potrà avere un prossimo ribaltamento magnetico. Si sono fatte delle ipotesi: l'essere umano potrebbe subire uno scoordinamento generale delle sue funzioni, non si riuscirà a stare in equilibrio, difficoltà a fare qualunque movimento coordinato.

Il fatto positivo è che il cambiamento magnetico avviene in periodi così lunghi che il corpo umano riesce ad adattarsi ad esso e al nuovo ambiente. Alcune previsioni però dicono che il polo magnetico del nord si sposterà dal Canada alla Russia nel giro di due anni. La previsione, fatta per primo dallo scienziato canadese Larry Newitt, membro della Commissione Geologica Nazionale del suo paese, trova concordi gli esperti russi che prevedono per il futuro un forte indebolimento del campo geo-magnetico terrestre, con conseguenze negative per il senso dell'orientamento e per la difesa dalle radiazioni in provenienza dallo spazio.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.