BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FISICA/ Nasce in Italia il fratello minore di LHC: studierà le supersimmetrie

Pubblicazione:

Progetto del SuperB  Progetto del SuperB
<< Prima pagina

Queste ricerche sono complementari ai risultati di LHC: entrambe mirano a spiegare i meccanismi di formazione della materia così come noi la vediamo, a cercare di capire che cosa e come accadde immediatamente dopo il Big Bang. Come strumento di indagine, LHC usa l’altissima energia per produrre le particelle in grado di spiegare questi misteri. SuperB usa invece la altissima statistica di particelle prodotte a bassa energia, guardando quindi con estrema precisione alle anomalie rispetto a quanto ci si aspetta sulla base delle teorie correnti.

Si prevedono anche interessanti ricadute applicative: in quali campi?

Nel campo della tecnologia degli acceleratori di particelle con ricadute su applicazioni biologiche e mediche. Nello sviluppo di nuove tecniche e rivelatori di radiazione con ricadute su applicazioni mediche, di controllo del ambiente e della sicurezza. Nello sviluppo di nuove tecnologie informatiche e di calcolo, necessarie a causa della enorme quantità di informazioni prodotte dagli apparati di misura. Nelle tecniche di nano-metrologia. Nelle tecniche di misura di vibrazioni sismiche e dei relativi sistemi di controllo a livelli finora non realizzati. Infine, grazie alla attesa sinergia con l'IIT (Istituto Italiano di Tecnologia), lo sviluppo di linee di luce ad altissima brillanza potranno trovare impieghi in fisica della materia, in chimica, in biologia e nelle nanotecnologie.

Attualmente a che punto è il progetto?


Prevediamo di poter iniziare gli esperimenti tra cinque anni.

(a cura di Mario Gargantini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.