BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANNIVERSARI/ Il secondo secolo dei superconduttori parte dal CNR

Pubblicazione:

Un treno a lievitazione magnetica  Un treno a lievitazione magnetica

 
C’è da dire che la superconduttività, soprattutto quella “ad alta temperatura” ha costituito una importante palestra per i ricercatori e le competenze maturate in questo settore hanno permesso lo sviluppo di ricerche parallele su altri materiali, non superconduttori, quali gli ossidi funzionali, che presentano proprietà molto interessanti quali la magnetoresistenza gigante o la multifferroicità, sviluppate tra l’altro con grande successo presso la sede di SPIN de L’Aquila. L’Istituto dunque svolge ricerca avanzata anche in questi campi. Complessivamente nelle attività di ricerca sono coinvolti circa 200 ricercatori, per fortuna in gran parte giovani e brillanti. Sui finanziamenti naturalmente si soffre molto, ma con l’accesso a finanziamenti comunitari in questo momento riusciamo a far fronte dignitosamente alle principali esigenze.


Quali sono gli ambiti applicativi che possono trarre maggior vantaggio dall’impiego di materiali superconduttori?


Cavi per il trasporto di corrente, magneti ad altissimo campo per immagini medicali o per acceleratori di particelle, motori elettrici ad alta efficienza, levitazione magnetica per il trasporto di persone ad alta velocità. Sensori “SQUID” ad elevate sensibilità per magnetoencefalografia, o per la rilevazione di difetti in strutture complesse o per prospezioni geofisiche. Rivelatori di singoli fotoni o altre particelle o molecole complesse. Filtri e altri dispositivi per telefonia cellulare. Dispositivi e nano-dispositivi elettronici e per la computazione quantistica. Questo e molto altro….ma meglio non promettere troppo e invece lavorare giorno per giorno per sviluppare in modo coordinato l’attività di ricerca verso questi obbiettivi!


(a cura di Mario Gargantini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.