BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ANNO DELLA CHIMICA/ Così la "scienza centrale" consente all'uomo di superare la natura

Pubblicazione:

chimicanaturaR400.jpg

La Chimica è fondamentale per la nostra generale comprensione del mondo e dell’universo, ma serve per spiegare anche fenomeni della nostra quotidianità. Per esempio permette di comprendere perché un pezzo di ferro arrugginisce all’aria o cosa conferisce alle carote il loro colore arancione. Ma non è solo una scienza speculativa: le trasformazioni molecolari sono infatti essenziali per produrre tutto ciò che serve per la nostra vita, dal cibo alle medicine, dal carburante ai tessuti, dai coloranti agli aromi e ai profumi.

 

 


A partire dalla fine del XVIII secolo i chimici, hanno imparato a costruire le molecole. Oggi sono diventati dei veri architetti e ingegneri dell’invisibile. Avendo compreso le leggi naturali che tengono insieme gli atomi mediante i cosiddetti “legami chimici”, usano gli elettroni – invece che il calcestruzzo – per gettare ponti stabili tra gli atomi. Anche le molecole naturali più complicate possono oggi essere riprodotte in laboratorio e, se necessario, la loro “sintesi” viene ottimizzata per ridurre sprechi e sottoprodotti inutili.

 

 

 

 


La conoscenza della composizione e delle proprietà della materia permette ormai di superare la natura. Si creano nuove molecole che non esistono sulla Terra o si modificano quelle che vengono prodotte dagli esseri viventi per ottimizzarne le prestazioni.

 

 

 

 


Per fare un esempio, a tutti è nota l’attività antibiotica delle penicilline e delle cefalosporine. Adesso i medici prescrivono le cosiddette penicilline e cefalosporine “semisintetiche”: si tratta di molecole che vengono ottenute per elaborazione chimica dei precursori naturali – prodotti in fermentatori industriali - che ormai non sono più in grado di agire contro microbi divenuti nel tempo molto più resistenti (e anche la ragione di questa resistenza, che permette ai microbi di distruggere le molecole di antibiotici “naturali”, è spiegabile a livello molecolare, cioè con la Chimica).

 

 

 


CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO 

 

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >