BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MOBILITÀ/ L’auto elettrica in corsia di accelerazione

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia
<< Prima pagina

Non è corretto parlare di auto elettrica come alternativa ad altre misure di mobilità sostenibile. Proprio a partire dalle considerazioni sulla domanda, è immediato desumere come l’introduzione di un concetto di mobilità elettrica esclusivamente privata risolverebbe solo alcune delle problematiche legate alla crescita del traffico, correndo peraltro il rischio di innescare dinamiche paradossali che porterebbero ad un peggioramento dei fenomeni di congestione fino a portare al rischio paralisi per molte aree metropolitane.

I veicoli elettrici presentano senza dubbio elementi di vantaggio decisivi dal punto di vista ambientale a livello locale e globale (anche stante l’attuale mix di produzione elettrica) rispetto alle motorizzazioni tradizionali. Tuttavia, l’auto elettrica è chiamata ad essere elemento cardine di una nuova strategia di mobilità complessiva, che comprende lo sviluppo di servizi innovativi e flessibili in forte sinergia con il trasporto collettivo di massa, di modelli di business e  un approccio innovativo alla mobilità da parte dei fornitori di servizi; e soprattutto un forte cambiamento di mentalità da parte degli utenti di mobilità fondato su paradigmi e priorità nuovi rispetto a quelli tradizionalmente attribuiti all’automobile.

 

Quali sono le previsioni più attendibili di penetrazione dei veicoli elettrici nei prossimi decenni?

 

Soprattutto nel breve periodo e medio, gli studi previsivi sul mercato hanno una variabilità importante. Volendo citare le indicazioni maggiormente diffuse dagli studi specializzati, le previsioni di penetrazione delle propulsioni elettriche sono piuttosto variabili e si attestano al 2030 tra l’11% e il 30% delle vendite, plausibilmente concentrate almeno nel primo periodo sul segmento della mobilità urbana. Differente è la prospettiva di lungo periodo in merito alla quale è ragionevole pensare che i veicoli a trazione elettrica, magari alimentati in buona parte a fuel cell, rappresenteranno una componente fondamentale nel panorama della mobilità. Tuttavia, la sfida maggiormente interessante a mio avviso per il futuro dei veicoli elettrici non può essere rappresentata meramente dalla quota di mercato attesa, quanto piuttosto dall’impatto che essi avranno sulla mobilità di domani in termini di capacità di integrarsi, soprattutto per quanto riguarda l’ambiente urbano, in un sistema di mobilità sostenibile in cui le differenti forme di trasporto pubblico assumeranno un ruolo sempre più rilevante.

 

In questa fase di pre-mercato dell'auto elettrica, quali sono i fattori che possono frenarne lo sviluppo o viceversa che possono accelerarne la diffusione?

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >