BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PREMIO NOBEL/ Fisica: vincono Perlmutter, Schmidt e Adam Riess. La scheda

Pubblicazione:

Fotolia  Fotolia

Sono tre americani a vincere, quest’anno, il premio Nobel per la fisica. Si tratta di Saul Perlmutter, Brian Schmidt e Adam Riess.A loro va il merito di aver scoperto l’accelerazione dell’Universo osservando le supernovae più distanti. In sostanza, grazie ai loro studi si è scoperto come il nostro universo stia aumentando i propri confini ad una velocità crescente. Se la velocità continuerà ad aumentare nel tempo secondo alcune teorie lo spostamento verso il rosso, (il fenomeno per il quale una data frequenza di luce viene osservata, in particolari circostanza, ad una frequenza più bassa rispetto a quanto è stata emessa), la materia potrebbe arrivare al suo disgregamento totale. Il primo dei tre scienziati, Saul Perlmutter è nato nel 1959. Astrofisico del Lawrence Berkeley National Laboratory è professore del Dipartimento di Fisica presso l’UC Berkeley e membro della American Academy of Arts & Sciences. E’ anche direttore del Supernova Cosmology Project presso il Lawrence Berkeley National Laboratory. Si tratta del team che, grazie alla collaborazione con l’High-z Supernova Team è riuscito a dimostrare che l’espansione dell’universo non è costante. L’astrofisico Brian P. Schmidt, invece, nato nel 1967 lavora presso l' Australian National University di Monte Stromlo. Le sue ricerche hanno consentito, attraverso l’utilizzo di sonde, di fare importanti passi avanti nello studio delle supernovae.

Queste ultime rappresentano l’ultimo stadio dell’evoluzione di stelle di una certa grandezza che, giunte a fine vita, esplodono raggiungendo un livello di intensità luminosa pari a quella della galassia in cui si trovano. Se un fenomeno del genere si verifica nella nostra galassia, la Via Lattea, il risultato è quello dell’apparizione di una nuova stella. Schmidt, infine, ha guidato l' High-Z SN. Si tratta di un programma di ricerca che ha consentito di tracciare l’espansione del cosmo in un arco di tempo che occupa 8 miliardi di anni. Il terzo scienziato,Guy Adam Riess, è nato nel dicembre del 1969 a Washington, DC. La sua attività di astrofisico si svolge presso la Johns Hopkins University. E’ a capo del team di ricerca che, avvalendosi del telescopio spaziale Hubble, è riuscito a tracciare l’attività dell’universo sino a dieci miliardi di anni fa. Nel 2009, è stato eletto alla National Academy of Sciences



© Riproduzione Riservata.