BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Un milione di metri quadrati per scrutare miliardi di stelle

Pubblicazione:

Credit: SKA Project Development Office  Credit: SKA Project Development Office
<< Prima pagina

L’accordo ha portato alla creazione di una società non profit che avrà sede legale presso alcuni locali dell’osservatorio di Jodrell Bank, dove è situato il terzo più grande radiotelescopio al mondo (76 metri), interagirà formalmente con i partner internazionali e centralizzerà la guida dello SKA.
Il professor Richard Schilizzi, direttore a termine quest’anno del progetto, è entusiasta: «Siamo ansiosi di iniziare a raccogliere i frutti che questa nuova struttura porterà, non solo per il lavoro di sviluppo di ingegneria, ma al progetto nel suo complesso». SKA avrà una risoluzione angolare inferiore a 0,1 arcosecondi e quindi consentirà una nuova precisione nell’osservazione del cielo a radioonde, ma soprattutto permetterà che l’interesse verso il cielo possa giocarsi su un nuovo livello di capacità tecnologiche: grandi progetti come questi, infatti, sono una fonte di ricadute inesauribili per lo sviluppo di nuove conoscenze e di nuove capacità tecniche e consentono all’uomo di fare passi nuovi nei misteri del mondo che ci circonda. Ma non è tutto, perché le ricadute vanno ben al di là della conoscenza in sé e per sé: la progettazione, la costruzione e il funzionamento del progetto SKA avranno un forte impatto anche sull'occupazione e l'attività economica nei settori della scienza, dell'ingegneria, non solo per il paese ospitante, ma per tutti i paesi partner.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.