BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BOSONE DI HIGGS/ Così la Big Science (a guida italiana) ha messo alle corde la particella

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il bosone di Higgs  Il bosone di Higgs

Prendendo tutto insieme, ATLAS e CMS hanno limitato l’intervallo delle masse ancora permesse al bosone di Higgs a una regione molto stretta tra 115 e 130 GeV. In sintesi, i due esperimenti osservano un eccesso di dati consistenti con un bosone di Higgs di circa 125 GeV, con la significatività prima indicata. Dunque possiamo dire che il bosone di Higgs è più vicino che mai, ma il tribunale sperimentale non può ancora emettere il verdetto. L’eccesso osservato da ATLAS e CMS è estremamente suggestivo, ma bisognerà usare tutti i dati del 2012, combinando i risultati di ATLAS e CMS, prima di poter sancire la scoperta di questa elusiva particella.

Una scoperta che, se fosse confermata nei prossimi mesi, avrebbe implicazioni enormi. Sul versante teorico, l’esistenza accertata del bosone di Higgs  potrà validare in modo conclusivo il cosiddetto Modello Standard della fisica di particelle e la teoria quantistica dei campi sulla quale tale modello è basato; in più suggerirà che ci saranno nuove particelle e interazione da scoprire con LHC nei prossimi anni: supersimmetria, dimensioni addizionali, nuove interazioni forti o nuove risonanze.  

Ci saranno anche implicazione in cosmologia, sulla natura della dark matter e sull’energia oscura.  Per esempio, nei prossimi anni con LHC potrebbero essere trovate le particelle che formano la materia oscura cosmologica.

Si avvicina quindi il momento in cui potremo avere una comprensione migliore del meccanismo che porta le particelle ad acquisire una massa e del perche le interazioni fondamentali sono quelli che conosciamo. L’anno prossimo l’energia di LHC salirà dai 7 agli 8 TeV e, dopo una pausa di un anno, nel 2014 l’energia sarà di 14 TeV, il che permetterà di studiare dimensioni ancora più piccole e aumentare il numero di possibili nuove teorie che potranno essere testate.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >