BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BOSONE DI HIGGS/ La ricercatrice: vicini a risolvere il mistero, ma non chiamiamola particella di Dio

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

L'interno del Cern di Ginevra  L'interno del Cern di Ginevra

Chi abbia battezzato così questa particella io non so dirle per quale motivo lo abbia fatto. E' un termine chiaramente improprio, è una particella che abbiamo cercato per vent'anni, con esperimenti e grandi studi. Chiaramente è una particella che stimola un gran numero di questioni e questo nella mente di chi l'ha battezzata in questo modo forse l'ha fatta sembrare una specie di deus ex machina. Personalmente non la eleverei a un tale livello.
Non è vero allora che senza questa particella, anche l'universo non sarebbe quello che noi conosciamo?

Diciamo che stiamo cercando di trovare un meccanismo per cui le particelle elementari hanno massa. La teoria dello standard spiega molto bene le interazioni delle particelle, ma questa teoria fallisce nello spiegare perché le particele elementari hanno una massa. Quello che dice il meccanismo di Higghs quindi, se il suo meccanismo fosse sbagliato ci sarà un altro meccanismo tutto da scoprire.
Non è neanche vero che questa particella sarebbe in contrasto con la teoria di Einstein sulla relatività?
Assolutamente no, non c'è alcun tipo di contrasto o di incompatibilità fra la teoria di Einstein e il bosone di Higgs e quello che comporterebbe la sua esistenza.
Lei una volta ha detto che scienza e fede non hanno nessuna contraddizione tra di loro. Il fatto che i suoi studi sfiorino anche un aspetto che sconfina nel mistero della creazione le fa confermare questa opinione?
Scienza e fede appartengono a due sfere differenti, la scienza si basa su dei fatti, su osservazioni. La fede si basa sulla convinzione personale di credenza e sono due piani diversi ma non incompatibili. Bisogna lasciarli separati, ma certamente le due questioni non sono incompatibili fra loro.

(Paolo Vites)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.