BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Ecco come il Natale accende le Galassie

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia

Invece la natura ha stupito ancora una volta i suoi studiosi e a metà dicembre la Lovejoy, il cui nome ufficialmente registrato è C/2011 W3, è rispuntata dall’altra parte del Sole e ha continuato il suo tour. Il primo a meravigliarsi è stato l’astrofilo amatoriale australiano Terry Lovejoy, che l’aveva scoperta qualche giorno prima, ma con lui si sono sorpresi gli scienziati che seguono la missione della sonda SOHO (Solar & Heliospheric Observatory), gestita in collaborazione dalla Nasa e dell'Esa e che hanno comunque potuto raccogliere la sua luce in uno spettacolare video che diventerà celebre tramite You Tube.

L’evento catastrofico poterebbe però verificarsi al prossimo passaggio, tra 314 anni, quando la sua orbita si riavvicinerà al Sole. La cometa Lovejoy fa parte della famiglia delle Kreutz ed è una Sungrazing Comet, cioè una cometa radente, un tipo particolare di cometa che al perielio arrivano molto vicino al Sole, fino a qualche migliaio di chilometri. Qui giunte, le più piccole evaporano durante il passaggio e solo quelle con diametro del nucleo di almeno 500 metri sopravvivono: il problema è che la  Lovejoy ha un diametro tra i 100 e i 200 metri e la sua incolumità costringerà agli astrofisici di SOHO a un supplemento di indagini per svelare il mistero.

Uscendo dal Sistema Solare ma restando nella Via Lattea, c’è stato lo spettacolo, in verità poco natalizio, della stella vampiro: i ricercatori dell'European Southern Observatory (ESO), grazie al Very Large Telescope (VLT) situato in Cile, hanno potuto assistere a partire tra la fine di ottobre e l’inizio di dicembre alla scena del trasferimento di massa da una stella più piccola a una più grande detta appunto stella vampiro. Le immagini del VLT mostrano una dinamica diversa da quella attesa in base alle osservazioni con il telescopio spaziale Hubble: la stella grande non attrae a sé la piccola violentemente ma la aspetta finché è vicina al punto giusto per risucchiarle la massa. Le stelle vampiro sono stelle rosse che hanno perso calore e si trovano in un sistema stellare binario, cioè hanno accanto a loro una stella più piccola ma più calda. Il sistema su cui sono state fatte queste osservazioni si chiama SS Leporis e si trova nella costellazione della Lepre; sono due stelle distanti all'incirca come la Terra dal Sole, che orbitano una attorno all'altra con un periodo di 260 giorni.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >