BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SPAZIO/ Ecco come il Natale accende le Galassie

Pubblicazione:

Fonte: Fotolia  Fonte: Fotolia

Allontanandoci anche dalla nostra Galassia, ma non di  molto, ecco un’altra luce natalizia mozzafiato. È sempre il VLT dell’ESO che puntando i suoi occhi sulla Grande Nube di Magellano, una delle galassie a noi più vicine, a circa 160000 anni luce dalla Terra, ha raccolto i lampi della più veloce stella rotante  mai trovata finora. Scrutando la Nebulosa Tarantola, una fucina di stelle in quella galassia, tra i tanti punti luminosi ha scovato una stella che ruota a oltre due milioni di chilometri all’ora, più di 300 volte la velocità di rotazione del Sole: gli astronomi hanno valutato che la stella ha 25 volte la massa del Sole, è centomila volte più brillante e si muove nello spazio a una velocità molto diversa dalle stelle vicine. Questo fa pensare che si tratti di una stella in fuga, espulsa da un sistema di stelle doppie dopo che la sua compagna è esplosa sotto forma di Supernova; l’ipotesi è supportata dal fatto che nelle vicinanze sono state trovate una pulsar e i resti di una Supernova.  

Che tutte queste luci si accendano in questo periodo rientra nella naturale dinamica dell’evoluzione cosmica; ma non può non richiamarci ad andare oltre, come scriveva il filosofo-scienziato medievale autore della Metafisica della luce, Roberto Grossatesta: «La luce è bella di per sé, poiché la sua natura è semplice e ha tutte le cose insieme … Essa fra le cose corporali è la dimostrazione più evidente, per via analogica, della somma Trinità».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.