BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCOPERTE/ Le cellule staminali adulte "impegnate" contro i tumori

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica
<< Prima pagina

Come dimostrato dai modelli riportati nell’articolo su PloS ONE, questa scoperta apre anche nuove interessanti e utili prospettive di applicazione clinica. Infatti, il dispositivo cellula-farmaco può essere preparato mediante semplici e poco costose procedure senza alcuna manipolazione di tipo genetico (come si è costretti a fare in alcune tecnologie di terapia cellulare avanzata), riducendo o eliminando così i rischi a esse correlati. In questo modo, la cellula caricata del farmaco può essere usata come “trasportatore” fisiologico dello stesso dentro l’organismo.

 

Quali sono i principali vantaggi previsti?

 

Le cellule mesenchimali adulte possono essere ottenute facilmente da midollo osseo, tessuto adiposo e da molti altri tessuti; col vantaggio che, se usate dallo stesso paziente, si elimina il rischio immunologico; inoltre, si riduce anche il rischio di trasmissione di agenti patogeni. Per ora il nostro studio ha prevalentemente riguardato l’oncologia nel cui ambito potrà essere sviluppata a supporto e affinamento di tecniche tradizionali. Si può anche supporre che in alcune situazioni neoplastiche potrebbe migliorare di molto le attuali terapie rendendole più efficaci. L’uso di questo dispositivo potrà poi riguardare anche altre patologie ove sia richiesto un potenziamento sia della specificità che della attività terapeutica.

 

Si può già pensare anche alla possibilità di conservazione delle cellule cariche?

 

Lo studio ha permesso di evidenziare che le cellule cariche di farmaco mantengono la loro funzionalità terapeutica anche dopo congelamento in azoto liquido, offrendo in questo modo la possibilità di conservare queste cellule in congelatore e utilizzarle quando necessario, nello stesso paziente donatore, anche tempo dopo la loro preparazione, per esempio in caso di recidive o altro. Da questo punto di vista, anche la possibilità di banking funzionale a future terapie viene valorizzata in modo significativo e specifico; quindi non è semplicemente enfatizzata come una possibilità generica di conservazione di proprie cellule senza che vengano fornite indicazioni in tal senso.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.