BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLERGIA AL FREDDO/ Il caso estremo di una bambina che non può mai stare al di sotto dei venti gradi di temperatura

Pubblicazione:

Allergie rare  Allergie rare
<< Prima pagina

Che non sono solo i pomfi, le chiazze sulla pelle: si tratta di morte. Priscilla è infatti costretta ad assumere antistaminici due volte al giorno perché la sua allergia le può causare in qualunque momento uno shock anafilattico. Se beve qualcosa di freddo, o va all'aperto (ma anche in casa) a temperature sotto i 20 gradi, comincia immediatamente a tremare, a vomitare e ad avere difficoltà respiratorie.

Queste crisi possono durare un paio d'ore fino a tre giorni consecutivi. Per fare il bagno, la temperatura dell'acqua nella vasca deve essere di almeno trenta gradi mentre la temperatura della stanza da bagno deve arrivare almeno a 32 gradi. I genitori di Priscilla, mentre lei si lava, riscaldano i vestiti che dovrà indossare in modo che possa indossarli immediatamente uscendo dall'acqua e trovarsi già a una accettabile temperatura corporea. Ovviamente alla bambina è proibito fare bagni in piscina o al mare, così come le è vietato giocare nella neve.

E d'estate non va molto meglio per Priscilla: l'aria condizionata di ristoranti o negozi le è assolutamente vietata. Non solo: non può neanche mangiare un gelato o bere una bevanda fresca. Una vita d'inferno? Be' no, nonostante il caldo a cui deve sempre stare sottoposta. Priscilla è comunque una bambina felice, circondata dall'affetto continuo dei suoi genitori. Che si lamenta solo del fatto di non poter andare a giocare in piscina con i suoi amici. Priscilla ha accettato il fatto che la sua vita è in costante pericolo. Purtroppo, dal punto di vista medico si conosce ancora molto poco di questa allergia. Tutto quello che i genitori possono fare è "tenerla al caldo".

 



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
14/02/2011 - da dove avete preso questo articolo?? (sara sara)

L'ho avuta anch'io da bambina, piuttosto forte, la medicina ufficiale mi ha riempito di test e antistaminici ma poi mi è passata da sola mangiando più uova!!!! si deve trattare di una mancanza di qualche proteina...( ovviamente lei oggi dovrebbe mangiare solo quelle biologiche) c'e' qualcuno qui così bravo e altruista da mandargli la mia esperienza?