BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LASER/ In arrivo il raggio che "sniffa" le bombe nascoste

Pubblicazione:

Uno dei cani addestrati per la ricerca di esplosivi (Foto Fotolia)  Uno dei cani addestrati per la ricerca di esplosivi (Foto Fotolia)

Si tratta di un raggio laser completamente nuovo, generato da atomi di ossigeno i cui gli elettroni sono stati “eccitati” a livelli di alta energia. Il laser utilizza un impulso ultravioletto che si concentra su un frammento d’aria, in modo simile a come una lente concentra la luce solare in un punto, in un hot spot; all’interno di questo hot spot - una regione di forma cilindrica lunga un millimetro - gli atomi di ossigeno vengono “eccitati” appena i loro elettroni sono pompati fino a raggiungere alti livelli energetici. Quando l’impulso termina, gli elettroni ricadono ai livelli più bassi emettendo radiazione infrarossa.

 

Parte di questa radiazione viaggia lungo il cilindro eccitato e così stimola più elettroni a ricadere, amplificando e organizzando la luce in un fascio laser coerente. Un sensore riceve il raggio di ritorno e determina le sostanze contaminanti incontrate lungo il cammino.

 

«In generale, quando si vuole determinare se ci sono gli agenti inquinanti nell’aria è necessario raccogliere un campione di aria e testarlo - dice Miles - ma con il telerilevamento non hai bisogno di farlo. Se c’è una bomba sepolta sulla strada davanti a te, vorremmo poterla scoprire campionando l’aria circostante, proprio come fanno i cani anti-bomba, ma da lontano, fuori dalla zona di possibili esplosioni. La stessa cosa vale per i gas serra e gli inquinanti che sono nelle parti alte dell’atmosfera, dove il campionamento è difficile».

 

Qualsiasi esplosivo chimico emette gas diversi a seconda dei suoi ingredienti, ma per molti esplosivi la quantità di gas è minuscola. Come pure molti agenti inquinanti dispersi nell’aria sono presenti in concentrazioni molto piccole. Ecco allora che il nuovo air laser, avendo un segnale più potente dei precedenti, può individuare tracce di vapori esplosivi e piccolissime concentrazioni di inquinanti.



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >