BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LASER/ In arrivo il raggio che "sniffa" le bombe nascoste

Uno dei cani addestrati per la ricerca di esplosivi (Foto Fotolia) Uno dei cani addestrati per la ricerca di esplosivi (Foto Fotolia)

Miles e colleghi sperano di arrivare a individuare contaminanti al di sotto di alcune parti per miliardo di molecole d’aria. Pensano anche di poter montare i dispositivi, che sono abbastanza piccoli, per esempio, su carri armati da dove eseguire la “scansione” di una carreggiata alla ricerca di eventuali bombe.

 

Finora il processo è stato dimostrato in laboratorio su una distanza di circa mezzo metro; le ricerche puntano perciò ad aumentare la distanza e anche ad affinare la sensibilità verso le particelle più piccole. Inoltre, il gruppo sta sviluppando altri approcci alla rilevazione a distanza, che coinvolgono una combinazione di laser e radar.

 

(Michele Orioli)

© Riproduzione Riservata.